Ricongiungimento familiare

La procedura di RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE DI MSNA ai sensi del Regolamento Dublino III durante l’EMERGENZA COVID-19

Buone prassi in materia di ricongiungimento familiare di minori stranieri non accompagnati ai sensi dell’articolo 8 del cd “Regolamento Dublino III”, da adottare nel periodo di emergenza sanitaria da COVID-19.

IN CHE FASE DELLA PROCEDURA SI TROVA IL MINORE?

  1. Il minore ha espresso la volontà di ricongiungersi con un parente in altro Stato UE ma non è ancora stato fotosegnalato ai fini della domanda di protezione internazionale:

in base alla Circolare del Ministero dell’Interno n. 0020359 del 9 marzo 2020, le Questure continuano regolarmente a ricevere le domande di protezione internazionale ma non in tutte è attualmente prevista la possibilità di formalizzare il modello C3 e il cd Formulario Dublino. Di conseguenza, a meno che il minore sia prossimo alla maggiore età, si potrebbe valutare di attendere la ripresa delle ordinarie attività della Questura in modo da presentare la domanda di protezione internazionale senza discontinuità tra il fotosegnalamento e la formalizzazione del C3. Nell’attesa è consigliabile dedicarsi alla preparazione della documentazione necessaria ai fini dell’inoltro della richiesta (family tree, consenso del minore, consenso del parente, intervista relativa ai legami familiari, relazioni circa il superiore interesse del minore, documenti identificativi del parente e del minore).

  1. Il minore è stato fotosegnalato ai fini della domanda di protezione ma non è riuscito a formalizzare il C3 a causa della riduzione delle attività della Questura:

dal momento del fotosegnalamento decorre un termine di 3 mesi, entro il quale è possibile inoltrare la richiesta di cd “ricongiungimento familiare” ai sensi del Reg. Dublino III: il termine non è stato sospeso. Se nel singolo caso il termine è in scadenza nel periodo compreso tra aprile e la prima metà di maggio, è consigliabile inoltrare telematicamente quanto prima la documentazione relativa alla richiesta direttamente all’Unità Dublino. Anche in questo caso alla ripresa delle attività ordinarie da parte della Questura, sarà necessario comunque formalizzare il modello C3 in procedura Dublino;

  1. La richiesta di ricongiungimento ha avuto esito positivo, ma a causa della sospensione di alcune attività della Questura, è impossibile notificare la decisione:

è consigliabile contattare la Questura di riferimento e chiedere di procedere con notifica a mezzo PEC o tramite altre modalità concordate con gli uffici interessati (ad es. raccomandata). Ad avvenuta notifica sarà possibile procedere con richiesta di nulla osta al trasferimento del minore, da inoltrare alla competente Autorità Giudiziaria.

  1. La procedura si è conclusa positivamente, ma non si può procedere a trasferimento a causa delle restrizioni in materia di circolazione delle persone disposte a fronte dell’emergenza COVID-19:

i trasferimenti dall’Italia verso altri Paesi UE sono attualmente sospesi. Ai sensi dell’articolo 29 del Regolamento Dublino III il trasferimento deve avvenire entro 6 mesi dall’accettazione da parte dello Stato UE verso il quale si è richiesto il ricongiungimento; quindi, se la scadenza si sta avvicinando, contatta tempestivamente l’Unità Dublino per chiederne il supporto.

N.B. Il raggiungimento della maggiore età prima della conclusione della procedura di ricongiungimento ai sensi del Regolamento Dublino III non incide sul suo esito: si considera minore colui che ha un’età inferiore ai 18 anni al momento della presentazione della domanda.

Le indicazioni fornite non hanno la pretesa di esaustività: è imprescindibile una valutazione caso per caso rispetto alla procedura di ricongiungimento familiare dei msna.

In particolare, qualora vi trovaste nelle situazioni descritte ai punti 1 e 2, può essere utile segnalare i singoli casi in sospeso: l’equipe del progetto EFRIS inoltrerà la comunicazione all’Unità Dublino, che potrà così monitorare la fase di registrazione del C3 da parte della Questura ed intervenire in caso di scadenza ravvicinata del termine.

L’equipe del progetto EFRIS lavora a supporto dei casi di ricongiungimento familiare di MSNA: contattaci per qualsiasi dubbio o chiarimento!

E-mail progettoefris@cidas.coop;

Telefono +39 3404277780; +39 3428735259

Potrebbero interessarti anche...

Italiano
English (UK) Français አማርኛ العربية বাংলা 简体中文 Español ਪੰਜਾਬੀ Русский Af Soomaali Shqip ትግርኛ اردو Wolof Italiano