Nuove regole e limitazioni – dal 4 al 18 maggio 2020

Il 4 Maggio, e fino al 18 maggio, entra in vigore il nuovo DPCM del 26 aprile 2020 che modifica le regole e i comportamenti da adottare a causa dell’emergenza coronavirus.


Il distanziamento fisico è ancora obbligatorio?

Il mantenimento della distanza fisica tra persone di almeno un metro resta obbligatorio così come è consigliato l’utilizzo di mascherine e guanti o altri dispositivi di protezione individuale. E’ obbligatorio l’utilizzo delle mascherine nei luoghi chiusi accessibili al pubblico, inclusi i mezzi pubblici.


Sono consentiti gli spostamenti?

Sono consentiti gli spostamenti all’interno di una stessa regione, oltre che per motivi di lavoro, di salute, necessità, anche per far visita ai congiunti purche’ venga rispettato il divieto di assembramento  e  il distanziamento interpersonale di almeno un metro e vengano utilizzate le mascherine. Gli spostamenti fuori regione saranno consentiti solamente per motivi di lavoro, di salute, di assoluta urgenza. Sarà consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.

Si consiglia di contattare il numero verde regionale dedicato all’emergenza COVID-19 per la specifica Regione per ulteriori informazioni, anche inerenti all’eventuale necessità, in caso di rientro, di quarantena e isolamento fiduciario.


Quali sono i nuovi moduli di autocertificazione?

Modulo autocertificazione spostamenti del Viminale

Modulo autocertificazione ingresso in Italia

 

Posso andare al parco?

Si consente  l’accesso ai parchi, giardini e ville pubbliche rispettando la distanza interpersonale di almeno 1 metro pur mantenendo chiuse le aree gioco per bambini. I sindaci potranno valutare la possibilità di precludere l’ingresso ai parchi qualora non sia possibile far rispettare le norme di sicurezza.


Posso svolgere attività sportiva e motoria? Posso accompagnare un minore?

Si consente di svolgere individualmente, o con accompagnatore per i minori o le persone non completamente autosufficienti, attività sportiva o attività motoria, nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l’attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività.

Sono consentiti i funerali e le cerimonie religiose?

Per quanto riguarda le cerimonie religiose, saranno consentiti i funerali, cui potranno partecipare i parenti di primo e secondo grado per un massimo di 15 persone, con   funzione   da    svolgersi preferibilmente   all’aperto,   indossando   le mascherine e rispettando rigorosamente  la  distanza  di  sicurezza interpersonale di almeno un metro.


Posso andare al ristorante o al fast food?

Si ma solo per il ritiro della merce ordinata. Le attività di ristorazione infatti sono aperte solo per le consegne a domicilio o per consentire il ritiro di quanto ordinato, fermo restando l’obbligo  di  rispettare  la  distanza  di  sicurezza. Non e’ possibile consumare all’interno del locale. 


Cosa devo fare se ho la febbre?

Chi ha febbre sopra i 37.5 gradi e sintomatologie respiratorie ha l’obbligo, non più solo la raccomandazione, di restare a casa e avvertire il proprio medico.


È possibile ricevere la ricetta del proprio medico curante via mail o con messaggio sul cellulare?

Sì. Con l’Ordinanza del 19 Marzo 2020 è consentito ottenere dal proprio medico curante il “Numero di Ricetta Elettronica” senza più la necessità di ritirare fisicamente il promemoria cartaceo.Il farmacista, una volta acquisito il Numero di Ricetta Elettronica e il codice fiscale riportato sulla Tessera Sanitaria dell’assistito, provvede all’erogazione del farmaco richiesto.

Con le misure restrittive nazionali vengono sospese le attività dei centri anti-violenza per le donne?

No. Le donne vittime di violenza e stalking non devono sentirsi sole e possono chiamare per aiuto e assistenza il numero gratuito 1522, attivo 24 h su 24. Inoltre gli episodi di violenza determinano una situazione di “necessità” che autorizza lo spostamento delle donne per raggiungere il centro antiviolenza, come previsto dal decreto dell’11 marzo.

Esistono iniziative di sostegno psicologico per le persone in questo momento di stress legato alla pandemia da COVID-19

Dal 27 aprile è operativo il numero verde di supporto psicologico 800.833.833, attivato dal Ministero della Salute e dalla Protezione Civile. Il numero, raggiungibile anche dall’estero al 02.20228733 è attivo tutti i giorni dalle 8 alle 24. Saranno previste modalità di accesso anche per i non udenti.

Per approfondire vai alla pagina Numero verde di supporto psicologico sito tematico Nuovo Coronavirus del Ministero della Salute.

Potrebbero interessarti anche...

Italiano
English (UK) Français አማርኛ العربية বাংলা 简体中文 Español ਪੰਜਾਬੀ Русский Af Soomaali Shqip ትግርኛ اردو Wolof Italiano