Aiuti Sociali

Il Governo italiano per contenere gli effetti del lock-down dovuto all’emergenza Coronavirus (COVID-19) ha messo in atto una serie di aiuti sociali per poveri, disoccupati e famiglie. In questa sezione , che verrà aggiornata costantemente, tutti i dettagli relativi alle norme approvate sui sussidi sociali approvati dal governo.

Bonus Colf e Badanti

Il bonus colf  e badanti  consiste in 500€ mensili versati dall’INPS sia per il mese di aprile che per il mese di maggio.

Puoi fare domanda se:

  • il 23 Febbraio avevi un contratto di lavoro dalla durata superiore a 10 ore settimanali
  • Hai subito una riduzione oraria del 25%
  • Non percepisci altre indennità o redditi ad esclusione del reddito di cittadinanza fino al raggiungimento della soglia di 600 €

 

La domanda dovrà essere fatta direttamente all’INPS o tramite i patronati.

JumaMap – COVID-19 in Italy · [PULAR] Bonus colf e badanti

JumaMap – COVID-19 in Italy · [SONINKE] Bonus colf e badanti

JumaMap – COVID-19 in Italy · [PIDGIN ENGLISH] Bonus colf e badanti
JumaMap – COVID-19 in Italy · [BAMBARA] Bonus colf e badanti

Blocco degli sfratti

In conseguenza dell’approvazione da parte del governo delle norme in sostegno della popolazione ( Legge numero 27 del 2020)  tutte le procedure di sfratto  e di rilascio degli immobili sono sospese fino al 1 Settembre.

JumaMap – COVID-19 in Italy · [PULAR] Blocco degli sfratti

JumaMap – COVID-19 in Italy · [SONINKE] Blocco degli sfratti

JumaMap – COVID-19 in Italy · [PIDGIN ENGLISH] Blocco degli sfratti

JumaMap – COVID-19 in Italy · [BAMBARA] Blocco degli sfratti

Baby Sitting e centri estivi

COVID-19: AUMENTO DEL BONUS BABY-SITTING e CENTRI ESTIVI

Aumenta a 1200 euro (rispetto ai 600 euro) il bonus baby-sitting. La misura è accessibile dai genitori di figli fino a 16 anni che lavorano nel settore privato oppure che siano dipendenti pubblici, ma solo se lavorano nel settore sanitario, sicurezza, difesa e soccorso pubblico. Il bonus si può spendere anche per iscrivere i figli a centri estivi, servizi integrativi per l’infanzia e servizi socio-educativi territoriali.

JumaMap – COVID-19 in Italy · [PIDGIN ENGLISH] Baby Sitting e centri estivi

JumaMap – COVID-19 in Italy · [PULAR] Baby Sitting e centri estivi

JumaMap – COVID-19 in Italy · [SONINKE] Baby Sitting e centri estivi

JumaMap – COVID-19 in Italy · [BAMBARA] Baby Sitting e centri estivi

Supporto pendolari

Possono accedere alla richiesta di ristoro i soggetti, pendolari per motivi di lavoro o di studio, utenti di aziende erogatrici di servizi di trasporto ferroviario e di servizi di trasporto pubblico locale, per cui ricorrono le seguenti condizioni:

a) possiedono un abbonamento ferroviario o di trasporto pubblico locale in corso di validità durante il periodo interessato dalle misure governative di cui ai decreti del Presidente del Consiglio dei ministri attuativi dei decreti-legge 23 febbraio 2020, n. 6, e 25 marzo 2020, n. 19;

b) possono dichiarare, sotto propria responsabilità, previa autocertificazione ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, che non hanno potuto utilizzare, del tutto o in parte, il titolo di viaggio  a causa delle misure governative ivi citate.

Chi intende chiedere il rimborso dei titoli di viaggio deve comunicare la propria richiesta al gestore dei mezzi di trasporto mettendo in evidenza l’impossibilità ad intraprendere il viaggio. Entro 15 giorni dalla ricezione della comunicazione il vettore procede al ristoro tramite:

-Voucher di importo parti all’ammontare del titolo da utilizzare entro un anno dell’emissione.

-Prolungamento della durata dell’abbonamento per un periodo corrispondente a quello durante il quale non ne è stato possibile l’utilizzo. 

Le informazioni contenute in questa scheda non possono tenere conto delle situazioni individuali o di precisazioni che potranno arrivare da circolari esplicative per cui occorre sempre contattare un consulente.

JumaMap – COVID-19 in Italy · [PULAR] Supporto Pendolari

JumaMap – COVID-19 in Italy · [SONINKE] Supporto Pendolari

JumaMap – COVID-19 in Italy · [PIDGIN ENGLISH] Supporto Pendolari

JumaMap – COVID-19 in Italy · [BAMBARA] Supporto Pendolari

Buono acquisto biciclette

Ai residenti maggiorenni nei capoluoghi di Regione, nelle Città metropolitane, nei capoluoghi di Provincia oppure nei Comuni con popolazione superiore a 50.000 abitanti è riconosciuto un “buono mobilità”, pari al 60 per cento della spesa sostenuta e comunque non superiore a euro 500, a partire dal 4 maggio 2020 (data di entrata in vigore del d.P.C.M. 26 aprile 2020) e fino al 31 dicembre 2020 per:

  • l’acquisto di biciclette, anche a pedalata assistita, nonché di veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica, quali segway, hoverboard, monopattini e monowheel ovvero per l’utilizzo dei servizi di mobilità condivisa a uso individuale esclusi quelli mediante autovetture.

Tale “buono mobilità” può essere richiesto per una sola volta ed esclusivamente per una delle destinazioni d’uso previste.


JumaMap – COVID-19 in Italy · [PIDGIN ENGLISH] Buono Acquisto Biciclette

JumaMap – COVID-19 in Italy · [SONINKE] Buono Acquisto Biciclette

JumaMap – COVID-19 in Italy · [PULAR] Buono Acquisto Biciclette

JumaMap – COVID-19 in Italy · [BAMBARA] Buono Acquisto Biciclette

Bonus vacanze

A seguito dell’Approvazione del DL Riparti Italia ai  nuclei familiari con un reddito ISEE non superiore a 40.000 euro è riconosciuto un credito, relativo al periodo d’imposta 2020, per i pagamenti legati alla fruizione dei servizi offerti in ambito nazionale dalle imprese turistico ricettive dagli agriturismi e dai bed &breakfast.

Il credito è utilizzabile da un solo componente per ciascun nucleo familiare, nella misura massima di 500 euro per ogni nucleo familiare. Il credito previsto decresce con il diminuire dei componenti del nucleo familiare: in ragione di ciò, sarà riconosciuto un credito pari a 300 euro per i nuclei familiari composti da due persone e a 150 euro per quelli composti da una sola persona.

1) le spese debbono essere sostenute in un’unica soluzione ed in relazione ai servizi resi da una singola impresa turistico ricettiva ovvero da un singolo agriturismo o da un singolo bed & breakfast;

2) il totale del corrispettivo deve essere documentato da fattura elettronica o documento commerciale, con indicazione del codice fiscale del soggetto che intende fruire del credito;

3) il pagamento del servizio deve essere corrisposto senza l’ausilio, l’intervento o l’intermediazione di soggetti che gestiscono piattaforme o portali telematici diversi da agenzie di viaggio e tour operator.

Il credito è fruibile esclusivamente nella misura dell’80% sotto forma di sconto sul dovuto mentre il restante 20% è riconosciuto in forma di detrazione d’imposta in sede di dichiarazione dei redditi da parte dell’avente diritto.

Le informazioni contenute in questa scheda non possono tenere conto delle situazioni individuali o di precisazioni che potranno arrivare da circolari esplicative per cui occorre sempre contattare un consulente.

JumaMap – COVID-19 in Italy · [PIDGIN ENGLISH] Bonus vacanze

JumaMap – COVID-19 in Italy · [SONINKE] Bonus vacanze

JumaMap – COVID-19 in Italy · [PULAR] Bonus vacanze

JumaMap – COVID-19 in Italy · [BAMBARA] Bonus Vacanze

Il Decreto Rilancio: il Reddito di Emergenza (Rem)

Il Reddito di Emergenza (Rem) è una misura di sostegno al reddito per i nuclei familiari in conseguenza dell’emergenza COVID-19. Il Rem consiste in due quote da 400 fino a 800 euro ciascuna. I requisiti sono la residenza in Italia, reddito e patrimonio inferiori a determinati standard e un ISEE inferiore a 15000 Euro. Il Rem non è compatibile con le altre indennità previste dal Governo a seguito dell’emergenza COVID-19. Inoltre, non è compatibile con la presenza nel nucleo familiare di componenti che siano: titolari di pensione diretta o indiretta (a eccezione dell’assegno ordinario di invalidità); titolari di un rapporto di lavoro dipendente la cui retribuzione lorda sia superiore ad una certa soglia; percettori di reddito di cittadinanza.

Le domande per il Rem devono essere presentate entro giugno 2020.

Per maggiori informazioni occorre consultare il sito dell’INPS, rivolgersi presso un patronato oppure chiamare il numero verde ARCI.

 

Il Decreto Rilancio: nuove indennità per i lavoratori 

Il Decreto Rilancio ha rinnovato e inserito indennità per i lavoratori a seguito dell’Emergenza COVID-19:

  • I liberi professionisti, i co.co.co, i lavoratori autonomi iscritti alle Gestioni speciali dell’AGO e i lavoratori stagionali del turismo che hanno ricevuto per il mese di marzo l’indennità di 600 euro ricevono un’indennità di 600 euro anche per il mese di aprile.
  • I lavoratori del settore agricolo che hanno ricevuto per il mese di marzo l’indennità di 600 euro, ricevono per il mese di aprile 2020 un’indennità di importo pari a 500 euro.
  • I liberi professionisti che hanno subito una riduzione di almeno il 33% del reddito del secondo bimestre 2020 rispetto a quello del secondo bimestre 2019 ricevono un’indennità di 1000 euro per il mese di maggio. Anche i lavoratori co.co.co. iscritti alla Gestione separata con specifici requisiti riceverono un’indennità di 1000 euro per il mese di maggio.
  • I lavoratori dipendenti stagionali del settore turismo che hanno cessato involontariamente il rapporto di lavoro tra il 1° gennaio 2019 e il 17 marzo 2020 ricevono un’indennità per il mese di maggio 2020 pari a 1000 euro.
  • Diverse categorie di lavoratori dipendenti e autonomi che in conseguenza dell’emergenza epidemiologica da COVID 19 hanno cessato, ridotto o sospeso la loro attività o il loro rapporto di lavoro ricevono un’indennità per i mesi di aprile e maggio di 600 euro (tra i quali: dipendenti stagionali appartenenti a settori diversi da quelli del turismo e lavoratori intermittenti)
  • I lavoratori domestici ricevono un’indennità, per i mesi di aprile e maggio pari a 500 euro per ciascun mese, se hanno uno o più contratti di lavoro per una durata complessiva di almeno 10 ore settimanali e se non sono conviventi con il datore di lavoro.

Importante: chi non ha ancora richiesto l’indennità di 600 euro per il mese di marzo deve farlo entro 15 giorni dalla pubblicazione del decreto: se non l’hai ancora fatto contatta uno sportello, un patronato o visita il sito dell’INPS.

Tutte le indennità non concorrono alla formazione del reddito. Per maggiori informazioni su requisiti ed esclusioni e su come accedere alle indennità si consiglia di chiamare il numero verde ARCI, consultare il sito dell’INPS oppure rivolgersi presso un patronato.

Le informazioni contenute in questa scheda non possono tenere conto delle situazioni individuali o di precisazioni che potranno arrivare da circolari esplicative per cui occorre sempre contattare un consulente o il numero verde Arci 800 90 55 70.

JumaMap – COVID-19 in Italy · [BAMBARA] Il Decreto Rilancio e il reddito di emergenza

JumaMap – COVID-19 in Italy · [PIDGIN ENGLISH] Il Decreto Rilancio e il reddito di emergenza

JumaMap – COVID-19 in Italy · [PULAR] Il Decreto Rilancio e il reddito di emergenza

JumaMap – COVID-19 in Italy · [SONINKE] Il Decreto Rilancio e il reddito di emergenza

Buoni spesa

Buoni spesa per l’acquisto di generi alimentari e beni di prima necessità: priorità a individui e famiglie
con difficoltà economiche

Con l’ordinanza n. 658 del Capo del Dipartimento della Protezione Civile tutti i Comuni italiani hanno ricevuto fondi da assegnare alle persone bisognose: si tratta di buoni spendibili per l’acquisto di generi alimentari e beni di prima necessità.

Ogni Comune individua i criteri di assegnazione e l’ammontare del contributo. Beneficiari sono nuclei e persone che hanno maggiormente subito l’impatto economico dell’emergenza Covid-19, dando priorità a chi non riceve altro sostegno pubblico (Reddito di Cittadinanza, REI, NASPI, cassa integrazione, ecc.).

Sulla base di quanto disposto dall’art. 27, comma 1, del D.Lgs 251/2007, i beneficiari di protezione internazionale hanno diritto allo stesso trattamento dei cittadini italiani nell’accesso ai buoni acquisto.

Per conoscere criteri, modalità e scadenze per ricevere i contributi occorri visitare la sezione dedicata nel sito web del proprio Comune.

DOCUMENTI

VIDEO

PODCAST

Italiano
English (UK) Français አማርኛ العربية বাংলা 简体中文 Español ਪੰਜਾਬੀ Русский Af Soomaali Shqip ትግርኛ اردو Wolof Italiano